Giovedì, 26 Aprile, 2018
Tu sei qui : Home News Con il d.lgs. 151/2015 nuove norme in materia di impiego di lavoratori stranieri irregolari

Con il d.lgs. 151/2015 nuove norme in materia di impiego di lavoratori stranieri irregolari PDF Stampa Email
Scritto da Segreteria Scientifica   
Lunedì 05 Ottobre 2015 14:52

Sono stati pubblicati, sul Supplemento Ordinario n. 53 della Gazzetta Ufficiale n. 221 del 23 settembre 2015, gli ultimi Decreti Legislativi adottati in attuazione del Jobs Act (legge 10 dicembre 2014, n. 183).
Tra i decreti adottati, il DECRETO LEGISLATIVO 14 settembre 2015, n. 151 reca “Disposizioni di razionalizzazione e semplificazione delle procedure e degli adempimenti a carico di cittadini e imprese e altre disposizioni in materia di rapporto di lavoro e pari opportunità”

Per visualizzare il decreto, clicca qui

Tra  principali novità contenute nel nuovo decreto, l’articolo 22 riguarda la  revisione della disciplina delle sanzioni in materia di lavoro.
In particolare il nuovo decreto prevede:
- la modifica alla c.d. maxisanzione per il lavoro “nero” con l’introduzione degli importi sanzionatori “per fasce”, proporzionati alla durata della violazione commessa, anziché legati alla singola giornata di lavoro irregolare. Le norme non si applicano ai rapporti di lavoro domestico.

- la reintroduzione della procedura di diffida, che consente la regolarizzazione delle violazioni accertate ed ottenere una riduzione degli importi sanzionatori. Tale regolarizzazione può riguardare  sia lavoratori italiani che i lavoratori stranieri titolari di un permesso di soggiorno valido per lavorare ed è subordinata all’assunzione del personale “in nero” a tempo indeterminato (full time o part-time almeno al 50%) oppure a tempo determinato (in questo caso solo full time) e lo mantiene in servizio per almeno tre mesi.

- una maggiorazione del 20% delle sanzioni in caso di impiego di lavoratori stranieri privi di permesso di soggiorno che abilita al lavoro o con permesso scaduto e non rinnovato o di minorenni con obbligo scolastico.

Tra le altre novità contenute nel nuovo decreto si segnala  la previsione che tutte le comunicazioni in materia di rapporti di lavoro, collocamento mirato, tutela delle condizioni di lavoro, incentivi, politiche attive e formazione professionale, ivi compreso il nulla osta al lavoro subordinato per cittadini extracomunitari nel settore dello spettacolo, siano effettuate esclusivamente in via telematica mediante modelli semplificati.

Fonte: http://www.integrazionemigranti.gov.it/Attualita/News/Pagine/decreto_151.aspx